Andate per le strade in tutto il mondo

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù, vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe perché mandi operai nella sua messe!».

Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità.

I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, colui che poi lo tradì.

Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: «Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».

«Vedendo le folle»: lo sguardo di Gesù si sposta senza soluzione di continuità dalle infermità fisiche della folla al suo disorientamento. Egli vede «folle stanche e sfinite, come pecore senza pastore», dunque bisognose non soltanto di salute, ma anche di direzione e di senso.

«Vedendo le folle sentì compassione»: è questo il sentimento che spinge Gesù a occuparsi delle folle malate e disorientate. La compassione è un sentimento che dice una profonda e interiore partecipazione. Il vocabolo greco fa riferimento all’amore materno, il grembo. Si tratta di un amore viscerale, ostinato, che quasi non vede ragione, prescindendo da ogni valutazione di merito. Gesù ama la folla e basta.

Il comando di Gesù di non andare tra i pagani e di non entrare nella città dei samaritani sembra limitare l’orizzonte alla missione. Certamente è un tratto che va compreso nella situazione storica del momento. Un tratto superato, sembrerebbe di concludere. Ma non è del tutto così se lo si guarda bene: almeno due tratti, infatti, mantengono intatta la loro freschezza. Il primo è che non si parla semplicemente di «casa d’Israele», ma di «pecore perdute». La prima espressione dice il limite, ma la seconda dice la vera natura dell’universalità evangelica, che non sta semplicemente nell’andare dovunque, ma nella ricerca dei perduti. Gesù stesso non è uscito dai confini di Israele. Missione non è correre dovunque e arrivare dappertutto. L’essenziale è far maturare, anche in un luogo solo, quei valori che hanno in sé una carica di universalità. L’essenziale è essere, dovunque ci si trovi, un segno dell’amore di Dio per tutti, sia pure di fronte ad un uomo solo.

Come quella di Gesù, anche la missione del discepolo è itinerante: «andando». E il suo compito è indicato da cinque imperativi: il primo è il compito della parola (predicare), gli altri quattro riguardano la liberazione dell’uomo dalle sue sofferenze (guarire, risuscitare, mondare, cacciare i demoni). Un sesto imperativo – e questo è molto significativo – non descrive più i compiti da svolgere, ma il modo di svolgerli: «Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date». L’espressione greca dice la gratuità più assoluta. Gesù non ha mai preso nulla, così deve fare anche il suo discepolo. Non soltanto non si chiede nulla in cambio, ma nemmeno si guarda la dignità dell’ammalato o la particolare utilità della sua guarigione. Questa gratuità è la caratteristica essenziale dell’azione salvifica di Dio.(Maggioni)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...