Francesco ci insegna come si diventa Chiesa

Ieri abbiamo meditato su quanto san Francesco amasse la Chiesa e su come fosse stato un fedele e obbediente suddito di essa. Questa é pure l’ereditá che ha consegnato a noi.

Come possiamo imitarlo noi? Come possiamo essere Chiesa oggi?

Dagli Atti degli Apostoli sappiamo che la gente, dopo aver sentito il discorso di Pietro, gli chiese: “Che cosa dobbiamo fare? Come dobbiamo comportarci per essere discepoli di Cristo?” E Pietro rispose: “Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesú Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo” (2,38). Per essere discepoli di Cristo, per essere Chiesa, é necessario dunque il pentimento dai propri peccati, il battesimo e l’accoglienza dello Spirito Santo.

Pentirsi non é solo chiedere perdono dei propri peccati, ma é essere convinti di aver sbagliato, desiderare di cambiare comportamento, tendere ad una vita migliore. Il pentimento non é quindi un atto, ma un atteggiamento spirituale che continua. Non é sufficiente perció pentirsi una volta sola, ma occorre vivere in uno stato di pentimento. Cioé impegnarsi costantemente ad evitare il male e a fare il bene. La nostra volontá deve staccarsi dal peccato, ed imparare a  vivere nella santitá. Gesú insegna: “Convertitevi e credete al vangelo” (Mc 1,15).

La Chiesa cattolica ha sempre compreso la conversione come un cammino che si compie nel tempo. Ci possono essere momenti significativi che si verificano in tale cammino e che vengono qualificati come  “il giorno della conversione”, come avvenne per san Francesco davanti al Crocefisso di san Damiano, ma essi devono essere confermati dalla crescita continua nel bene. É necessaria quindi la confessione sacramentale, ma dobbiamo perseverare nella conversione attraverso l’esame della nostra coscienza, la penitenza e il digiuno e l’ascolto interiore della voce dello Spirito Santo.

“Pentitevi e fatevi battezzare!” dice san Pietro. La prima conversione avviene nel battesimo. Il battesimo cancella il peccato, ci fa diventare nuove creature, ci conforma a Cristo e ci inserisce nella Chiesa. Ma dopo la conversione iniziale molto rimane da fare. In questo cammino di continua conversione ci aiuta lo Spirito Santo  che ci trasforma interiormente e ci fa diventare figli di Dio.

Il primo aiuto che ci dá lo Spirito Santo é la sua Parola. “Ascolta, Israele!” Ascoltare é accogliere la Parola di Dio. La Parola di Dio é Dio che parla. A quanti accolgono Dio quando parla, Egli dá il potere di diventare suoi figli, perché da lui sono stati generati (cf Gv 1,12s). L’occasione straordinaria che stiamo vivendo dell’Anno della Bibbia e dell’Anno di san Paolo “ci offre l’opportunitá di diventare ció che ascoltiamo, di incarnare la Parola di Dio e di farla diventare viva e trasparente in noi”.

Il secondo aiuto é l’Eucaristia. Gli Atti degli Apostoli attestano che i primi cristiani “ogni giorno frequetavano il tempio e spezzavano il pane a casa, lodando Dio”. “Spezzare il pane” significava celebrare l’Eucaristia, ricevere il corpo e il sangue di Cristo, nutrirsi di lui. In questo modo non erano piú loro che vivevano ma Cristo viveva in loro.

San Francesco nutriva una grande devozione all’Eucaristia. Dice il suo biografo: “Ardeva di amore in tutte le fibre del suo essere verso il sacramento del corpo del Signore. Riteneva grave segno di disprezzo non ascoltare, potendo, ogni giorno la santa messa. Si comunicava spesso e con tanta devozione da rendere devoti anche gli altri. Quando riceveva l’Agnello immacolato, immolava lo spirito in quel fuoco che ardeva sempre sull’altare del suo cuore” (2Cel 201).

Carissimi fratelli, ecco come possiamo essere Chiesa oggi: attraverso la conversione continua, vivendo fedelmente il nostro battesimo, ascoltando la Parola di Dio e ricevendolo nell’Eucaristia.

Cosí fece san Francesco. E questa é l’ereditá che egli ci consegna.

Amen.

P. Leopoldo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...