Cristiani in India, il nodo della scuola

6 settembre 2008 alle 19:58 — Fonte: rampini.blogautore.repubblica.it voteWidget(487559, 0)

Dall’ inizio dell’ ultimo ciclo di pogrom anti-cristiani in India almeno 25 persone sono state uccise, 80 chiese incendiate, 1.400 case assaltate e saccheggiate.

Quelle immagini di violenza sconvolgono l’Occidente cristiano, e soprattutto l’Italia cattolica, dove prevale un’immagine stereotipata e semplificata dell’India: come di un paese mite, la cui religione dominante è impregnata di non violenza e pacifismo. In realtà non è la prima volta e non sarà l’ultima volta che il fondamentalismo induista si accanisce contro i cristiani, piccola minoranza che rappresenta poco più del 2% della popolazione. La spiegazione più diffusa chiama in causa il fenomeno delle conversioni. L’induismo, religione che non pratica il proselitismo, si sente aggredito dalla penetrazione di fedi molto più “pervasive” come l’islam e lo stesso cristianesimo. Leggi tutto l’articolo su Repubblica….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...