Due gemelli da due padri e casi simili

Leggo dal Corriere… (commenti tra parentesi sono i miei)

Mia Washington, (sappiamo anche il nome, alla faccia della privacy!!) una neo-mamma texana ha partorito due gemelli concepiti con due padri diversi. La donna ha ammesso di esser stata infedele e di aver avuto un rapporto sessuale con un altro partner subito dopo averlo avuto col “partner” ufficiale.  (Ma quanto “subito dopo”? secondi, penso,… mentre il primo faceva la doccia?…)

“Sono molto scioccata», ha detto la mamma. (Scioccata forse non é la parola giusta, io userei un’altra parola, ma é un po’ volgare e non la posso scrivere).

In tutto il mondo sono stati registrati pochissimi casi simili (MENO MALE!!!) che i medici chiamano superfecondazione eteropaternale, che succede quando la madre rilascia ovuli multipli e quando ha rapporti con due uomini nello stesso periodo.”

beh, io piú che superfecondazione eteroparentale le chiamerei supercorna, tanto vuol dire la stessa cosa…

Leggo sempre dai giornali altri casi, che fanno discutere:

“….Nikolas Evans, un giovane di 21 anni che voleva sposarsi e avere figli, è stato ucciso in una rissa a Bedford nel Texas. E la madre Missy Evans, di 42 anni, divorziata, ha ottenuto che gli fosse prelevato lo sperma da morto per fecondare una volontaria. La donna non ha ancora trovato chi porterà a termine la gravidanza….”  (articolo) (La donna VUOLE UN NIPOTE!)

“…Gisela Marrero e Johnny Quintana, già genitori di un bimbo di due anni, desideravano avere un secondo figlio, ma l’uomo è morto venerdì a causa di una crisi cardiaca. La donna si è rivolta al tribunale per chiedere l’autorizzazione a raccogliere il seme del compagno entro le 36 ore dal decesso…” (articolo)

“…Se ti garba un figlio dalla pelle bianca, di «razza caucasica», di «etnia scandinava» con gli occhi verdi e i capelli bruni lisci, e una buona intelligenza portata ai temi scientifici, allora fai clic sul nome del signor Agge. … Poi, ordina «on-line» il seme di Agge già in vendita, cioè ordina un figlio che vuoi il più possibile simile a lui: gli occhi così, il naso così, da 275 a 350 euro costa un «set» di fialette con lo sperma, e 300 euro costa la spedizione «entro l’Europa, in un contenitore a nitrogeno secco». (articolo)

“..le mamme britanniche che hanno concepito il loro figlio con la fecondazione assistita usando lo sperma di un donatore anonimo (o embrioni creati da sperma di donatori) potranno nominare il padre tra chiunque lo desiderino, e potrà essere anche un’altra donna. Secondo la norma infatti non sarà importante il sesso o la relazione biologica con il nascituro, né tantomeno l’esistenza di un legame sentimentale con la madre. L’unica regola è che non ci sia consanguineità tra i “genitori”.”

“….Le banche del seme americane non vogliono più donatori europei per paura di contagi da mucca pazza. Non ci sono prove che l’encefalopatia spongiforme bovina sia trasmissibile tramite lo sperma, ….. Le nuove norme hanno deluso molte donne e coppie americane che ogni anno si rivolgono alle banche del seme per concepire figli in provetta in base a caratteristiche fisiche precise. Finora i donatori europei avevano riscosso un notevole successo, soprattutto quelli danesi o del nord Europa, grazie alla carnagione chiara, gli occhi azzurri e le bionde chiome. Secondo il Washington Post si è aperta così una vera e propria caccia allo sperma europeo…” (articolo)

“…Gli scienziati inglesi del King’s College di Londra sono ad un passo dalla creazione – legalizzata – dei primi e controversi embrioni ibridi, ovvero mezzi umani e mezzi animali, in laboratorio. … La tecnica genetica, che è violentemente osteggiata da gruppi religiosi, prevede l’utilizzo di ovuli prelevati da mucche uccise al macello, da cui verrebbe rimosso il tessuto genetico animale sostituendolo con Dna umano….” (articolo)

Ma la Chiesa cosa dice? Risposta breve: “Dopo il matrimonio, fate sesso, sano sesso, dimenticate le provette e ricordate che il figlio non é un diritto da avere a tutti i costi. E se i figli non vengono? Pensa allora all’adozione piuttosto. Ma perché? La risposta completa é un po’ lunga, organizzeremo una serata di bioetica in Parrocchia e ne parleremo con calma…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...