Il Tar: scrutinio col barista

Scrive Antonio Di Lieto, docente di religione, la sua testimonianza diretta sulla sentenza del TAR

Antonio ha un blog molto bello, bellanotizia.it, dove trovate – tra l’altro – delle riflessioni molto profonde.

In questi giorni è stata resa pubblica una sentenza del Tar-Lazio che vorrebbe impedire agli insegnanti di religione di partecipare a pieno titolo agli scrutini ed alla formazione di quello che una volta si chiamava “giudizio di ammissione all’esame di maturità” e che oggi si chiama “credito scolastico”. La questione è vecchia e superata, perchè c’era già stata una sentenza del Tar simile anni fa (guarda caso della stessa commissione del Tar, che evidentemente è composta da anticlericali!), che poi era stata completamente rigettata dall’organo superiore: il Consiglio di Stato. Anche in questo caso quindi molto probabilmente accadrà la stessa cosa: il Ministero ricorrerà al Consiglio di Stato che non potrà che annullare questa sentenza.

La cosa buffa poi è che le motivazioni del Tar sono che far partecipare l’insegnante di religione agli scrutini sarebbe “discriminatorio” per chi religione cattolica non vuol farla. Il Tar ovviamente dimentica che – se un alunno non fa religione – in sede di scrutinio l’insegnante di religione viene sostituito dall’insegnante di ora alternativa o di studio assistito (a seconda se quello studente ha scelto di fare ora alternativa o studio assistito). Non c’è quindi nessuno “svantaggio” per chi non fa religione: invece di essergli riconosciuto il suo impegno nell’ora di religione, gli viene riconosciuto lnell’ora alternativa o nello studio assistito

Ovviamente invece lo studente che rifiuta sia l’ora di religione che l’ora alternativa o lo studio assistito, scegliendo in quell’ora di uscire da scuola, non ha nessuno che gli riconosca quell’ora “di uscita” in sede di scrutinio. Ma è giusto che sia così: se non vuol fare religione cattolica, nè ora alternativa, nè studio assistito, ma preferisce andarsene al bar, come può pretendere che il suo servizio al bar venga valutato? O forse il Tar chiede di far partecipare agli scrutini anche il barista? Per rappresentare questi studenti ed evitare discriminazioni ?

Questa sentenza allora è ingiusta non solo nei confronti di tutti quegli studenti che hanno scelto di fare religione a scuola (il 93%, dati del ministero!), che non vedrebbero premiato il loro lavoro in sede di scrutinio, ma anche ingiusta verso quelli che al posto della religione hanno scelto l’ora alternativa o lo studio assistito: sia anche questi non vedrebbero riconosciuto in sede di scrutinio il loro impegno, la loro voglia di lavorare. Gli unici ad essere premiati sarebbero i vagabondi: quelli che approfittando di una legge che giustamente tutela la coscienza (non obbligando nessuno a fare religione), colgono l’occasione per andarsene al bar !

Non è un caso infatti, che contro questa sentenza si siano espressi tutti gli ex ministri della pubblica istruzione: sia quessli di destra (la Moratti, Gelmini) sia quelli di sinistra (Berlinguer, Fioroni). Sono tutti d’accordo (cosa rarissima!). Come si può infatti impedire ad un insegnante (di religione o di ora alternativa) di partecipare agli scrutini? Per non danneggiare gli studenti che – al posto della religione o dell’ora alternativa – hanno deciso di andare al bar? Un’assurdità del genere non può che essere portata avanti da quelle forze politiche di estremissima sinistra che – come hanno impedito al Papa di parlare in una Università – vorrebbero impedire agli insegnanti di religione di parlare agli scrutini.

In nome della libertà e del pluralismo …

Antonio Di Lieto

www.bellanotizia.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...